Coordinatrice: M.Luisa Canavero, Agronoma 
AgrOmeopatia e Biorisonanza: M. Gloria Alcover Lillo
Gruppo Pilota Alétheia

Questa sezione propone lavori mirati a “restituire alla Vita e alla Natura ciò che le è stato derubato”.
Questo sarebbe il primo passo per poter parlare di Ecologìa.
A questo scopo ci stiamo attrezzato con gli strumenti migliori al giorno di oggi come la Biorisonanza, l’Omeopatia applicata alla Natura e i sistemi di Permacultura (M. Thun) e di Masanobu Fukuoka (non fare).

La gestazione di un Gruppo Pilota è già in corso.
Iniziò con la guarigione del Bosco di Cagnano (Corsica-Cap Corse) con risultato magnifico.
In 20 giorni se seccarono i parassiti sugli alberi. Finì la piaga del parassita in quel bosco. Piaga che per anni consumava i castagni e gli ulivi di tutta la Corsica.
La guarigione si propagò a tutta la zona: nei boschi vicini e in tutta la montagna di Cagnano.

Al mio ritorno dopo 1 anno la gente del popolo mi riceve entusiasta dicendo: “Erano quasi 5 anni che non si vedeva tanta verdura”!.
Ma l’esperienza del Bosco di Lollo (così lo chiamai) mi portò a conoscenza di una realtà molto più complessa: L’Universo e la Natura sono “non solo sensibili”, come sostengono stupiti gli scienziati moderni, ma “dialogano”.
E questo cambia completamente il contenuto della parola Ecologìa.

Ricerca e Lavori

Il Gruppo Pilota Alétheia sta iniziando a fare lavori a distanza con programmi “ad hoc” di Biorisonanza, da Modena alla Sicilia (campi di Mazzarrone e Pachino),e “in situ” sulle piante malate con AgrOmeopatìa. Iniziamo anche a fare i lavori sui giardini particolari a Modena.

In questa linea di “ricerca, scoperta, e conferma avangard” si organizzeremo.

Corsi di orto didattico allo scopo di familiarizzare ed imparare come tenere la casa, terrazzo e giardino, le cose Bio elementari per la cucina sana.

Umanizzare-Amorizzare la Terra è un passo in più.

L’essere umano non è né meglio né peggio.
Siamo superiori semplicemente, per la nostra indiscutibile complessità, struttura e potenzialità, nel bene e nel male.
Abbiamo una dimensione tremenda, meravigliosa e terribile: la Libertà.
Con questa libertà al servizio delle nostre potenzialità ci appartiene eticamente per mantenere ogni ecosistema naturale e universale, amorizzare la terra. Cioè riempirla d’Amore, onorarla e penetrarla inteligentemente per fare uscire dal di dentro la sua meraviglia ancora nascosta.

Prima ubbidire e imparare dalla Natura.
Dopo farla splendere.