Coord. Massimo Pellegrini & Equipe

 

 

 

 

 

Convivialità e gioia di stare insieme, accoglienza dell’altro. Cibi e bevande scelti, di qualità, per accompagnare le attività culturali che abbiamo in programma. Il “focolaio” del Circolo di Argiani della Vita sarà nelle mani di uomini e persone splendide e esperti nel mestiere: assaggiare per credere!

A TAVOLA CULTURA ATTIVA E VIVA!

Un percorso culinario di DEGUSTAZIONE ARTIGIANALE di vini e cibo diverso, eccellente e ricco, appartenente alla nostra Italia, permette sempre distinguere i gusti e le tradizioni diverse che si nascondono nelle combinazioni e miscugli misteriosi di ogni ricetta.

“Il cibo è un piacere estatico e nutrirsi è diverso da mangiare, dove quello che si mangia viene assaporato con gusto, perché mangiare è gustarsi la vita. Il cibo è tutto, è quello che ti rilassa e ti fa sentire a casa. E’ anche una maniera per scacciare la malinconia e scordare le cose brutte. Il cibo è memoria”.

A.Camilleri

 

Convivialità è la gioia di stare insieme, l’accoglienza dell’altro. Cibi e bevande scelti, di qualità, per accompagnare le attività culturali che abbiamo in programma. Il “focolaio” del Circolo di Argiani della Vita sarà  nelle mani di uomini e persone splendide e esperti nel mestiere: assaggiare per credere!

Massimo Pellegrini è un cinquantenne di origini romane con trascorsi calcistici.

Ha la passione per il buon vino, per l’accoglienza e per le persone semplici e vere.

Una frase dello scrittore e drammaturgo irlandese Oliver Goldsmith racchiude un po’ la sua filosofia: “ Amo tutto ciò che è vecchio; vecchi amici, vecchi tempi, vecchie maniere, vecchi libri, vecchi vini…..”

Motivo per il quale ha deciso di partecipare attivamente :

“Ho conosciuto, tramite mio figlio, il grande Domenico, che del progetto è uno dei pilastri. Bonariamente lo chiamo “il Visionario”; sono rimasto contagiato dal suo entusiasmo e dalla sua creatività.

Credo che ormai siamo veramente in tanti a sentire l’esigenza di recuperare spazi e tempi dove cultura, arte e sobrietà si mescolino tra loro con armonia e buon gusto.

L’idea quindi di “costruire” in questo meraviglioso locale lo spazio per una eno-libreria mira al raggiungimento di un benessere collettivo: rilassarsi con una buona lettura ed un buon bicchiere di vino, pur vivendo in una società che divora minuti, ore e parole.

Condividere questa esperienza con persone di spessore non potrà che arricchire ognuno di noi.

“Grande è la fortuna di colui che possiede una buona bottiglia, un buon libro, un buon amico”

                                                                    Molière.

 

Gian Luca Carvelli

Gian Luca Carvelli

Gian Luca Carvelli… un magnifico organizzatore degli eventi del Circolo!